Il Presepe vivente dell’Aterno-Manthoné  ha raggiunto i primi 20 anni. La manifestazione, ormai storicizzata nella città di Pescara, si è tenuta ieri, venerdì 18 dicembre dalle 17,30 alle 19, nel suggestivo scenario del largo della Madonnina, alla base del ponte del Mare.

E’ stato un Presepe dell’integrazione: a interpretare Maria, infatti, una studentessa musulmana, Fatou Gaye, di origine senegalese, 18 anni. Catriel de Biase, anche lui 18 anni, ha vestito i panni di Giuseppe.

“La reale dimensione religiosa porta a un incontro tra chi è musulmano e chi è cattolico”, sottolinea la dirigente scolastica, professoressa Antonella Sanvitale, “ognuno rimane della sua religione ed essendo veri c’è l’incontro e quindi il dialogo, l’amore, la civiltà della pace”.

Tranquilla, serena ma convinta della sua decisione, Fatou Gaye, 18 anni: “L’anno scorso avevo partecipato all’evento scolastico, quest’anno lo voglio rifare, a me interpretare la Madonna non crea nessun problema, anche se sono di un'altra religione”. Proprio per evitare il rischio discriminazione la scelta della ideatrice  del Presepe, l’attrice e regista Franca Minnucci, per anni docente di Italiano al Manthoné: “ Fatou mi ha detto: io l’anno scorso a vedere questo Presepe mi sono molto emozionata. Di fronte a una ragazza che dice questo non c’è nient’altro da aggiungere. Io non avrei potuto dirle di no, in questo caso sì che ci sarebbe stata una discriminazione nei confronti di una giovane di colore e musulmana”.

La manifestazione si è tenuta al punto di incrocio tra il fiume e il mare sotto lo sguardo della statua della  Madonnina, punto di riferimento dei pescatori. Proprio lì sotto è stata allestita la capanna dove Maria ha dato alla luce il suo bambino.

Tutto intorno il borgo Marina nord di Pescara a simboleggiare un paese abruzzese con le sue tradizioni, i suoi mestieri e le sue atmosfere.  

Il Presepe vivente è stato, come sempre, realizzato dagli studenti dell'Istituto Aterno Manthonè, diretto dalla professoressa Antonella Sanvitale, e delle altre scuole coinvolte: i comprensivi 1, 2, 4, 6, 7 e 10 di Pescara e il comprensivo di Cepagatti.

La rappresentazione è stata curata dalla professoressa Franca Minnucci con l'apporto tecnico scenografico di Giancarlo Minnucci

Nel ruolo dei Re Magi le massime autorità: l’assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, il sindaco della città, Marco Alessandrini, e il comandante della Direzione marittima della Guardia costiera, capitano di vascello (CP) Enrico Moretti.

Sono stati loro, in sella a tre splendidi cavalli, ad aprire simbolicamente il territorio e a offrire accoglienza, aiuto e doni al piccolo Gesù e alla Sacra Famiglia.

Il Presepe da sempre rappresenta un momento di riflessione sul piano etico e religioso ma ha anche un grande interesse filologico in quanto consente, agli studenti e al pubblico, di accostarsi alla tradizione religiosa attraverso il recupero di antichi mestieri e delle tradizioni della cultura agro pastorale del territorio. Quest’anno, in occasione di un anniversario così significativo e dei recenti eventi storici, si celebra la Natività di Cristo con l’arrivo dal mare di Maria a bordo di una barca, come una migrante, accolta con la sua famiglia in un mondo nuovo e  in una società libera da pregiudizi. Si rinnova, dunque, il mistero della Natività in modo diverso ma con gli stessi intenti.

Ecco i nomi degli studenti dell’Aterno-Manthoné coinvolti nel Presepe:

Francesca Angelini, Raffaele Antonaros, Shanon Baldacci, Valeria Bottini, Dany Bozzelli, Sofia Carota, Giulia Colangelo, Valeria Conti, Giulia D'Alfonso, Quintino D'Alfonso, Andre D'Aurelio, Catriel De Biaste, Simone De Luca, Erica De Nicola, David Del Grosso, Patrick Di Donato, Carolina Di Giamberardino, Marco Di Giovanni, Simone Di Giovanni, Stefano Di Mario, Martina Di Nicola, Fabrizia Di Pierdomenico, Aurora Di Pietrantonio, Luca Di Russo, Gabriele Falasca, Gea Ferrante, Ludovica Gennari, Simone Gennaro, Andrea Lemme, Vincenzo Michele Lerri, Sabrina Liberotti, Fabio Lokwani Di Matteo, Vittoria Marini, Francesca Mosca, Lorenzo Palestini, Emanuele Parra, Mirco Pisano, Francesca Rossi, Demetra RulloSbrescia, Sara Schirinzi, Alessia Setti, Ermes Xhaferi.