Il Delfino di Oddo ospita all'Adriaco l'Entella. Moduli speculari per le due squadre, in campo con il 4-3-1-2. Nella squadra di casa ci sono molte modifiche rispetto alla solito formazione: in difesa c'è Bunoza, a centrocampo Bruno dal primo minuto inoltre Caprari un questa occasione ha il ruolo di trequartsta in quanto davanti c'è il ritorno di Cocco. Passano solo 45 secondi è già il direttore di gara ammonisce Bunoza per una grossa ingenuità ai danni di Cutolo, ammonito anche lui per proteste. Al 17' si fa vedere in avanti il Pescara con una buona conclusione di Benali parata però da Iacobucci. Alla mezz'ora l'occasione è di Cocco che gira bene di testa ma trova solo il palo, ribatte in rete Lapadula ma con il braccio: gol annullato e ammonizione per l'attaccante. Il gol è solo rimandato di due minuti, infatti al minuto 32 da calcio d'angolo, Memushaj anticipa tutti di testa e infila Iacobucci per l'1 a 0. Poco dopo viene ammonito Bruno per un entrata all'altezza del centrocampo. Ad un minuto dalla fine della prima frazione gli ospiti operano un cambio: fuori Caputo per Masucci. Si conclude così il primo tempo. Nella seconda parte di gara c'è un sostanziale equilibrio tra le due squadre, il Delfino leggermente più incisivo. Al minuto 58 Lapadula spreca letteralmente il raddoppio: ottima palla di Memushaj per la Punta biacazzurra che supera Keita ma da distanza molto ravvicinata libera una conclusione che si perde sul fondo. Mister Aglietti decide che c'è da cambiare ancora qualcosa quindi sostituisce Volpe con Jaid al minuto 61. Due minuti dopo viene ammonito Palermo per un fallaccio ai danni di Cocco. Il Pescara contnua a crescere ed attaccare creando sempre più occasioni. Al 64' anche Oddo opara un cambio: fuori Caprari dentro Selasi. I padroni di casa ancora una volta sfiorano sfiorano il raddoppio questa volta con Memushaj: il capitano biancazzuro batte a rete di prima intenzione da diciotto metri ma la conclusione sfiora il palo. Al minuto 67 il Pescara è inarrestabile: Lapadula serve Cocco che conclude di destro, anziché tentare col sinistro, ma il tiro esce ancora al lato. Alla mezz'ora del secondo tempo sostituzioni per entrambe le squadre: per l'Entella in campo un altro ex, fuori Palermo dentro Sforzini; per il Pescara Fiammozzi rileva Bunoza. Subito dopo ancora Pescara e ancora con Lapadula: la punta conclude a rete ma trova la deviazione in corner da parte di Iacobucci. Al minuto 79 gli ospiti si fanno vedere in attacco con delle conclusioni che però si perdono sul fondo.

Il Delfino prova a chiuderla in tutti i modi: è ancora Lapadula ad avere l'occasione, con una conclusione di prima in area ma Iacobucci di piede impedisce ancora una volta il raddoppio. All'83' Memushaj in area di rigore cade dopo un contatto con un difensore dell'Entella ma l'arbitro ha ravvisato gli estremi per la simulazione e ammonisce il capitano del Pescara. Poco dopo Oddo opera l'ultimo cambio:dentro Verre per Benali. Il raddoppio era nell'aria da molto tempo e arriva al minuto 87 con Lapadula che, servito da Bruno, brucia Keita e trafigge Iacobucci di prima intenzione per il definitivo 2 a 0. Il Delfino attacca fino al triplice fischio dell'arbitro. Finisce 2 a 0 la sfida tra Pescara ed Entella che vede una buona prestazione degli abruzzesi che ritrovano i tre punti dopo due partite. L'unico cruccio è il prolungato digiuno di Cocco che più volte ha sfiorato il gol ma senza mai trovarlo.

 

 

 

 

Augusto Bucciarelli