Il primo piatto di un pranzo pasquale tipico abruzzese è, senza dubbio, un bel piatto di spaghetti alla chitarra rigorosamente fatti a mano, conditi, come vuole la tradizione, con abbondante sugo di agnello e pecorino.
Ecco la ricetta della food blogger abruzzese "Scattincucina" :

SPAGHETTI ALLA CHITARRA 
 Per la pasta:

1 massimo 2 uova a testa
 450 gr farina di semola
 un po’ d’acqua
 un pizzico di sale

L’esatta quantità di farina dipende dall’umidità e la temperatura dell’aria, dalla grandezza delle uova e da molte altre variabili quindi si consiglia di andare a occhio. Per la pasta all’uovo la proporzione esatta è un uovo ogni 100 gr di farina, ma noi abbiamo voluto fare una pasta più leggera. Anche l’aggiunta di un pizzico di sale è a vostra discrezione, la sapidità del piatto è data dalla cottura della pasta in acqua salata e dal condimento utilizzato.

Disporre la farina a fontana, farvi un buco al centro e rompervi le uova.

Aggiungere un pizzico di sale, sbattere le uova con una forchetta e cominciare ad amalgamare la farina poco alla volta. Impastare tutta la farina fino ad ottenere una palla ed aggiungervi un goccio d’acqua se serve. Lavorare la pasta almeno una decina di minuti, sbattendola sul tavolo per renderla più elastica e formando un serpente.

Quando l’impasto è liscio, formare una palla e metterla a riposare una mezz’oretta. Dopodiché, con molta pazienza stendere la pasta in una sfoglia di massimo 3-4 mm, tagliarla a losanghe della larghezza della chitarra e schiacchiarla sulle corde con l’aiuto di un mattarello.

Gli spaghetti si accumuleranno sulla parte inferiore della chitarra

Trasferirli su un vassoio a seccare e proseguire fino all’esaurimento della sfoglia.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare e condire a piacimento.