Gli Agenti del nucleo anti sofisticazione (NAS) hanno effettuato nelle scorse ore una serie di blitz in diversi ristoranti a Pescara.
Due quintali e mezzo di alimenti sequestrati, sette ristoranti di sushi ispezionati, due attività sospese e sanzioni per un totale di 15mila euro. E' questo il bilancio complessivo dei controlli dei Nas di Pescara che negli ultimi tre giorni hanno interessato alcuni ristoranti di sushi in diverse localita' del territorio abruzzese. Nello specifico, le ispezioni hanno interessato il teramano, oltre all'area metropolitana di Pescara, ed il chietino. I militari del Nas hanno sequestrato e distrutto due quintali e mezzo di alimenti: riso, pesce crudo e altre preparazioni gastronomiche tipiche della cucina giapponese. In due casi e' scattata la sospensione dell'attivita' di preparazione e somministrazione di pesce, da parte delle asl di Teramo e Chieti. Inoltre, tre ristoranti sono stati multati per un totale di 15mila euro per rilevate carenze igienico sanitarie, inadeguatezza in tema di autocontrollo, rintracciabilità ed etichettatura degli alimenti.