Google Adsense: Come Funziona

Come funziona Adsense? Semplificando, il programma pubblicitario di Google consiste in un accordo tra Google e un Publisher, con  un Advertiser sullo sfondo. Il Publisher, che è il proprietario del sito web dove compariranno i banner pubblicitari di Google, accetta di “affittare” determinati spazi all’interno del proprio sito, dove compariranno gli annunci, in diversi formati, di un Advertiser, che a sua volta ha stretto un accordo con Google tramite il programma Google Adwords (in questo caso si parla di Rete Display). Ma ritorniamo ad Adsense: in cambio dell'”affitto” dei nostri spazi, Google ci riconosce una percentuale ad ogni clic effettuato su di essi: quale, ovvero quanto paga Adsense?

Quanto si Guadagna con Adsense?

Quanto si guadagna con Google Adsense, il noto programma di advertising di Google? Ed è possibile  una cifra fissa, che sia 10, 50, 100 o 1000 €? Certo che è possibile: nonostante il regolamento di Adsense vieti la diffusione esplicita dei propri guadagni, sono noti i casi di siti e relativi webmaster che fatturano cifre a due, tre o quattro zeri con il proprio account. Per emulare i loro risultati, bisogna capire come fare e cosa fare, argomenti a cui è dedicata questa guida Adsense. Il come fare consiste nel conoscere la formula giusta, ma per capirla è necessario prima parlare di un aspetto preliminare: come funziona Adsense.

 

Quanto paga Adsense? 

Adsense paga al Publisher una parte di quello che fattura all’azienda che ha fatto pubblicità sul tuo sito, ovvero l’Advertiser. I guadagni con Adsense sono quindi in stretta relazione con quanto paga l’Advertiser a Google per ogni clic su quell’annuncio e di conseguenza ogni argomento, o parola chiave, avrà un diverso costo.

Le statistiche ci indicano come la maggior parte dei Publisher (l’80%) guadagna una cifra tra i 10 e i 50 € al mese e il CPC (costo per clic) medio si aggira intorno a 0,25/cent. Se  questo può essere vero per la maggior parte dei Publisher, dipende strettamente da quanto traffico ricevono, a quanto ammonta il costo per clic e ad altri fattori che andremo a vedere tra poco. Quello che voglio farti capire è semplice: se conosciamo la formula esatta per guadagnare con Google Adsense determinate somme, possiamo mettere in atto le azioni per raggiungere o e avvicinarci il più possibile all’obiettivo.

Guadagni con Google Adsense? 

Per capire come arrivare a guadagnare quello che desideri, devi prima capire dove sei ora. Queste 5 domande ti consentono di analizzare la tua situazione attuale con Adsense:

  1. Page Views / Ad Impressions: quante volte viene visualizzato al giorno il tuo annuncio?
  2. Clic: quanti clic riceve il tuo annuncio?
  3. CTR: qual’è il rapporto tra le visualizzazioni del tuo annuncio e i clic che riceve?
  4. CPC: quanto ti paga Google Adsense mediamente ad ogni clic?
  5. Numero di articoli e relative Page Views: a fronte dei dati sopra, di quanti articoli hai bisogno e quante visualizzazioni giornaliere devono avere?

Facciamo un esempio: immaginiamo che il tuo CPC sia di 0,50/cent, tu abbia un CTR del 1% e faccia 10 clic al giorno. Guadagnerai 5 € al giorno. A questo punto capisci che modificando le variabili del tuo esempio puoi alzare la cifra ed avvicinarti al tuo obiettivo. Ad esempio, se il CPC sale a 0,70, con 10 clic e un CTR del 1% salirai a 7 euro, e così via.

In questa simulazione ti ho mostrato come puoi guadagnare di più con Adsense fin da subito modificando alcune delle variabili:

aumentare il CTR: se il tuo CTR è basso, aumentarlo ti può far salire i guadagni. Puoi provare a farlo testando ad esempio una diversa posizione per i tuoi annunci;

aumentare il CPC
: se i tuoi clic vengono pagati poco, probabilmente sei in una nicchia poco pagata. Considera di spostarti in un’ambito più retribuito da Adsense (come la finanza, internet…);

A questo punto, tenendo fermi i dati di cui sopra, quanto lavoro ci serve per raggiungere il nostro obiettivo di guadagno con Adsense?

 Guadagnare 150 € Al Giorno: la formula definitiva

150 € al giorno con Adsense. Impossibile? Solo se non fai i conti giusti . Vediamoli insieme.

Partiamo dall’obiettivo: 150 € corrispondono a un certo numero di clic X un certo costo per clic.

Ipotizziamo che il tuo costo per clic sia 0,50/cent: avrai bisogno di 150/0,50=300 clic giornalieri per raggiungere il tuo obiettivo.

Ma se hai un CTR del 1%, per fare 300 clic avrai bisogno di 30.000 Page Views / Ad Impressions.

Chiaro fin’ora? Andiamo avanti.

Per fare 30.000 Page Views / Ad Impressions avrai bisogno di un certo numero di articoli. Quanti? Dipende da quante impressions fa ognuno. Se un tuo articolo fa mediamente 100 impressions, avrai bisogno di 300 articoli (30.000/100).

Cosa significa fare 100 impressions? Tenendo conto di un ctr medio del 2% (ovvero il tuo risultato sarà posizionato a metà della prima pagina) significa posizionarsi in prima pagina per parola chiave che abbiano almeno 5000 ricerche mensili.

Oppure, cambiare i termini dell’equazione, e posizionarsi meglio (nelle prime 3 posizioni): lì, ipotizzando di avere un CTR maggiore, ci basteranno parole chiave che veicolano meno ricerche mensili.
 fonte web master academy