Un successo di pubblico nelle cinque piazze che hanno ospitato la seconda domenica di “Nonno Ascoltami!”, sesta edizione della campagna di screening gratuito dell’udito, che quest’anno ha coinvolto venti piazze in sette regioni d’Italia.

L’evento ha toccato le città di Pescara, Chieti, Avezzano, Termoli e Vasto, dove dalla mattina alle 10 fino alla sera alle 20, sono stati tantissimi i controlli uditivi effettuati dai tecnici audiometristi. E in ogni città si è ripetuto lo stesso scenario di festa. Nonni e nipoti hanno animato le piazze, tra palloncini blu, momenti di intrattenimento e di sport, ma anche di dibattiti su salute, benessere e corretti stili di vita. A dimostrazione che “Nonno Ascoltami!” ha centrato in pieno il proprio obiettivo, quello di portare la sanità verso la gente, trasformando la prevenzione in un momento di festa da condividere con tutta la famiglia. Ad effettuare i controlli in piazza l’instancabile personale formato da medici specialisti, coadiuvati da audiometristi e logopedisti, insieme ai volontari della Croce Rossa e della Misericordia.

Soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori che dopo l’esperimento della scorsa edizione nella piazza “pilota” di Pescara, hanno riproposto anche quest’anno “Piazza Prevenzione”. "Attraverso queste iniziative che affiancano la manifestazione - ha spiegato Mauro Menzietti, vicepresidente Anap e ideatore dell’iniziativa - riusciamo ad allargare la sensibilizzazione dei cittadini dai disturbi uditivi alla salute in generale. Ciò che portiamo in piazza è un invito alla gente a prendersi cura di sé a trecentosessanta gradi. Proponiamo un modello di vita “sana”, che significa prevenzione, ma non solo. C’è lo sport, ci sono dibattiti sulla corretta alimentazione, si affrontano temi delicati come quello delle dipendenze. Ma soprattutto cerchiamo di coinvolgere la famiglia, perché è proprio al suo interno che deve nascere una nuova cultura della salute".

Tanti i momenti clou della giornata: dalla benedizione dei nonni, al concorso creativo “Il Muro del Nonno”, con i bimbi realizzati dai bambini delle scuole elementari. 

Anno dopo anno, dunque la manifestazione continua ad arricchirsi di nuove presenze. Accanto ai partner ormai “storici” come il Polo Irene, il Polo dell’Economia Civile che con il suo direttore, Lucia Todisco, ha confermato l’importanza di un azione sinergica sul versante socio-sanitario, ad animare “Piazza Prevenzione” a Pescara hanno contribuito il direttore del quotidiano Il Centro, Mauro Tedeschini, il direttore generale della Asl di Pescara, Claudio D’Amario e Claudio Caporale, primario del reparto ORL Ospedale di Pescara che con Sabatino Trotta, primario del CSM di Pescara, ha affrontato il tema “L’Ospedale in piazza”.

E ancora, l’Associazione Isa del professor Ettore Cianchetti, protagonista di una interessante tavola rotonda dedicata ad “Alimentazione e benessere” e l’Associazione Amico Medico che ha affrontato il tema delle dipendenze.

Ma non solo, perché salute è anche sport, arte e creatività e infatti in piazza c’erano gli atleti della Pescara Basket, del Jolly pattinaggio, della Federazione regionale Beach tennis, gli istruttori federali del Golf club di Miglianico, i medici di “Clown Doc” e “La compagnia del sorriso”.

E domenica prossima, 11 ottobre, una nuova giornata di controlli in alter sette piazze italiane: Sulmona, Padova, Bari, Matera, Ostuni, Altamura, San Giovanni Torondo.