Il grande golf internazionale torna in Italia per l’Abruzzo Open presented by Axa di Pescara, penultima tappa stagionale dell’Alps Tour, che avrà luogo dal 16 al 18 ottobre sul percorso chietino del Miglianico Golf & Country Club (par 71).

La competizione assegnerà punti importanti per la definizione dell’ordine di merito finale. È ancora tutto in gioco, infatti, sia al vertice sia nelle fasce più basse della graduatoria. Il torneo sarà anticipato giovedì 15 ottobre dalla Pro Am Memorial Pierpaolo e Valentina Timperio, in ricordo dei due fratelli di Miglianico che un anno fa persero la vita in un incidente stradale all’età di 27 e 23 anni. Ospite d'onore il mito del tennis Nicola Pietrangeli, oggi buon golfista.

IL PROGRAMMA DEL TORNEO

La gara si articolerà sulla distanza di 54 buche, 18 al giorno. Dopo le prime 36 saranno ammessi al turno finale solo i primi 40 classificati e i pari merito. Il montepremi è di 40.000 euro con prima moneta di 5.800 euro. Per tutte le giornate l’ingresso è gratuito. L’Abruzzo Open presented by Axa di Pescara è l’evento conclusivo dell’Italian Pro Tour 2015, il circuito allestito sul territorio nazionale dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di golf della FIG.

Il field - Saranno sul tee di partenza 108 giocatori, fra i quali i principali esponenti dell’Alps Tour. Presenti i primi dieci classificati dell’ordine di merito, a partire dal leader, l’olandese Darius Van Driel, passando per gli azzurri Andrea Maestroni ed Enrico Di Nitto, rispettivamente sesto e decimo. Fra i partecipanti, anche Luca D’Andreamatteo, primo professionista di golf nella storia dell’Abruzzo, che giocherà sul percorso “di casa”. Nutrito anche il gruppo degli amateur italiani, che include, fra gli altri, Stefano Mazzoli, campione europeo in carica e Michele Ortolani, reduce dal primo posto nello Stage 1/Section D della Qualifying School dell’European Tour, che si è svolto sul percorso del Circolo Golf Bogogno.

Il percorso - Dopo il successo organizzativo del 2014, l’Alps Tour torna al Miglianico Golf & Country Club per dar vita a una nuova competizione di alto profilo. Progettato da Ronald Kirby, uno dei più famosi architetti americani, ha una di lunghezza di 5875 metri, che si snoda tra boschi, vigneti e bunker artificiali, con numerosi “fuori limite” e “water azzards”. Un campo molto stimolante, sia dal punto di vista tecnico che per la godibilità dell’atmosfera. Buche tecniche, impegnative, ma anche divertenti. Già teatro dei Giochi del Mediterraneo nel 2009, ha ospitato anche le ultime due edizioni dell’Open d’Italia disabili. Un’intensa attività agonistica che testimonia la volontà da parte del Presidente Mario Dragonetti di offrire un contributo fattivo per la promozione del golf sul territorio.

Gli sponsor - Il torneo, supportato da Axa come title sponsor, beneficia del contributo dei seguenti sponsor: Tagliati per il successo; Humangest; Ecosaves srl; Cantina Miglianico; Acqua minerale Santacroce; Energia Prima; Miglianico Golf & Country Club.

L’Italian Pro Tour ha il supporto per tutti gli appuntamenti ufficiali di Colmar, Unopiù, Frosecchi, Martin Argenti e Konica Minolta. Media Partner: Sky Sport. Charity Partner: Comitato Maria Letizia Verga. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, i giocatori usufruiscono del servizio di cura fisioterapica e riabilitazione fisica “Physio Team”, a cura di Giuseppe Plebani.

Progetto Alps Tour contro il fumo - Il Comitato Organizzatore aderisce al progetto Alps Tour “contro il fumo”, unico circuito al mondo impegnato in questa campagna di prevenzione (allo studio anche dell’European Tour). Durante il torneo è vietato fumare (comprese sigarette elettroniche e tabacco) sul percorso e nelle aree del driving range, del putting green e del chipping green.