C'erano anche gli scout pescaresi dei circoli Pescara 3 e 4 nella marea azzurra che ieri, in occasione del giorno di sant'Antonio ha riempito Piazza San Pietro a Roma. Tutti in Piazza per salutare Papa Francesco, erano più di centomila persone tra lupetti e coccinelle, ossia i più piccoli, «pellegrini della gioia»  esploratori e guide (12 ai 16 anni) , «pellegrini del bene» rover e scolte (dai 16 ai 21 anni) «pellegrini del dono».

Ragazzi provenienti da tutta Italia che si sono dati appuntamento a Roma e tra canti, giochi e preghiere hanno potuto incontrare il Papa che li ha salutati dalla sua Papamobile ringraziandoli per essere presenti all'udienza "C’è una cosa che mi sta particolarmente a cuore per quanto riguarda le associazioni cattoliche, e vorrei parlarne anche a voi"  ha detto il Santo Padre "associazioni come la vostra sono una ricchezza della Chiesa che lo Spirito Santo suscita per evangelizzare tutti gli ambienti e settori. Sono certo che l’Agesci può apportare nella Chiesa un nuovo fervore evangelizzatore e una nuova capacità di dialogo con la società. E questo può avvenire solo a una condizione: che i singoli gruppi non perdano il contatto con la parrocchia del luogo, dove hanno la loro sede, ma che in molti casi non frequentano, perché, pur svolgendo là il loro servizio, provengono da altre zone"