Ieri, nel corso della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, in Abruzzo sono state donate 198 tonnellate di alimenti, raccolte da 4 mila volontari in circa 300 punti vendita di tutta la regione.

Nel 2014, le tonnellate raccolte sono state 207 e, pertanto, quest’anno si è registrato un leggero calo del 4,3 per cento. Nel dettaglio, a Pescara e provincia sono state raccolte 64 tonnellate, a Teramo 51, a Chieti 56 e a L’Aquila 27.

Sin dai prossimi giorni inizierà la distribuzione dei prodotti ai 38.575 poveri dell’Abruzzo assistiti dal Banco Alimentare mediante 204 enti convenzionati.

"Ringraziamo di cuore quanti hanno partecipato - dice Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell'Abruzzo -, dai donatori ai volontari ai vari partner, segno di grande partecipazione. Il dato evidenzia una difficoltà diffusa a livello economico. Ma, come ci ha detto Papa Francesco, la carità non è una questione di numeri ma, in primo luogo, di persone, per cui l'esperienza vissuta in questa giornata rimane uno spettacolo di gratuità che commuove il cuore di chi l'ha vissuta".