Spesa gratis in cambio di pubblicità. Arriva anche a Pescara il “Free social market”, il supermercato dove i clienti possono fare la spesa (quasi) gratuitamente attraverso una idea già sperimentata nei paesi del Nord Europa.

In pratica si può riempire il carrello senza bisogno di passare alla cassa. Il conto si paga pubblicizzando i prodotti sui social network come Facebook, Twitter oppure Istagram e si ottengono così prodotti di prima necessità a prezzo di saldo condividendo foto e commenti sul proprio profilo.

La procedura è la seguente: ci si iscrive sul sito internet www.freesocialmarket.it richiedendo un abbonamento di 5 euro per un mese di servizi che potrà essere rinnovato e a questo punto si possono selezionare 10 prodotti ogni mese, che saranno ottenuti senza altri costi aggiuntivi.

Per ogni prodotto scelto, occorre pubblicare una foto ed una descrizione sul proprio profilo in uno dei già citati social networks entro 10 giorni, se si acquista un prodotto non lo si paga col denaro, ma ci si impegna a portare a casa il prodotto, provarlo e recensirlo. Ai negozi conviene? La risposta sembra essere positiva.

Bisogna immaginare quanti milioni spendono i negozi in pubblicità tradizionale e a quanto poco spendano per acquistare prodotti direttamente dalle case produttrici. Il concetto di fondo è che la pubblicità migliore per un prodotto rimane il classico passaparola.

Comprensibilmente questa iniziativa è stata accolta molto positivamente in un periodo di grave crisi economica nel quale la gente spende sempre meno. E’ un servizio di promozione che da una parte favorisce il consumatore e dall’altra aiuta le aziende ad aumentare distribuzione e vendite, queste ultime chiedono in cambio la massima visibilità dei propri prodotti.
Per ora le sedi a Pescara sono due: a Roma in via Tibullo 16 e a Piazza Garibaldi 40

 

 

Antonio Danese