Un malore e poi la morte, proprio dopo l'iniezione di Rocefin per curare la bronchite.
Erano apparse da subito gravi le condizioni di Antonietta di Giulio 77 anni di Francavilla al Mare, diceva di non riuscire a respirare, tanto da convincere la figlia, il marito e il genero a chiamare l'ambulanza, che sarebbe però giunta presso l'abitazione della donna in via Aventino dopo più di 45 minuti, quando la donna era già in arresto cardiaco.
I sanitari del 118 di Chieti, giunti sul posto dopo aver accertato che non erano disponibili le autombulanze delle più vicine Francavilla Pescara e Ortona, erano anche riusciti in un primo momento a rianimare la donna con un massaggio cardiaco prima di trasportarla d'urgenza all'Ospedale di Chieti, dove in seguito ad una nuova crisi la donna è deceduta.
Antonietta di Giulio aveva già assunto a marzo l'antibiotico Rocefin quando le era stato prescritto dal Pronto Soccorso di Pescara.