Si è svolta domenica sera, all’Aurum di Pescara la cerimonia di premiazione del Calendrino* assegnato alla giornalista e presidente della Fondazione Dean Martin, Alessandra Portinari. Il Premio è un riconoscimento 'ad honorem', ovvero la massima onorificenza del Premio Carletti, destinata a persone che, con l’esempio ed opere fattive hanno contribuito all’evoluzione dei temi legati alla cultura, alla solidarietà, alla libertà, all’eguaglianza e alla tolleranza, è stato assegnato alla sua persona in qualità di Presidente della Fondazione con questa motivazione: “Per l’opera meritoria della divulgazione e sensibilizzazione dei temi legati alla emigrazione ed immigrazione che, in un linguaggio semplice ed attrattivo, oggi arricchisce ognuno di noi e domani sarà patrimonio di tutti per la creazione di una cittadinanza condivisa”.

Il Calendrino, raffigurato in una opera d’arte realizzata dal M° Mario Costantini, è stato consegnato da Andrea Tavano del Premio Carletti, durante l’inaugurazione della Mostra di pittura, scultura e arti grafiche: Dean Martin, dal Sogno al Mito all’Aurum fino al 9 agosto. Il Calendrino è stato assegnato in passato a numerose personalità: nel 2014, assegnato ed inviato in forma strettamente privata, a Papa Francesco; marzo 2013 alla trasmissione Striscia la Notizia divenuta negli anni il simbolo delle battaglie intraprese al servizio dei cittadini e del mondo socio-istituzionale; a marzo 2012 al Senato della Repubblica Italiana per la Commissione d’Inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale che ha avuto il merito di far chiudere gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari ancora aperti in Italia. In occasione della premiazione il Premio Guido Carletti ha ricevuto lettera di encomio dal Presidente del Senato, On. Renato Schifani, consegnata a mano e letta al pubblico dai Sen. Daniele Bosone e Michele Saccomanno presenti per il ritiro del Calendrino 2012; inoltre ad Alessandro Gassman, Emanuele Filiberto di Savoia e tanti altri.

“A nome del Premio giornalistico e mio personale – ha detto Alessio Carletti, presidente del premio -, invio le lodi per quanto ha già fatto e per quanto farà nel prosieguo del percorso della Fondazione in condivisione di tutti i nobili valori che si riconoscono nel Premio Guido Carletti e che il Premio ha il fine di valorizzare”.

“Il riconoscimento del Calendrino ci conferma che la strada che stiamo seguendo è quella giusta - commenta con soddisfazione Alessandra Portinari -, la Fondazione Dean Martin proseguirà il suo viaggio per raccontare la storia di tanti abruzzesi che hanno realizzato, attraverso il loro talento e il duro e costante lavoro, i loro sogni. Continueremo portando avanti numerosi progetti culturali e artistici in atto con la certezza che questo Premio potrà ancora di più valorizzare, incoraggiare e sostenere i giovani talenti locali. Un ringraziamento al presidente Carletti e a tutta la giuria del premio. Vi aspettiamo il 2 agosto a piazza Muzii a Pescara per l’ottava edizione del Dean Martin”.

 

* Amore di virtù. Calendrino è uno uccello, il quale si dice che essendo esso portato dinanzi a uno infermo, che se 'l detto infermo debbe morire, questo uccello li volta la testa per lo contrario e mai lo riguarda. E se esso infermo debbe iscampare, questo uccello mai l'abbandona di vista, anzi è causa di levarli ogni malattia. Similmente l'amore di virtù non guarda mai cosa vile né trista, anzi dimora sempre in cose oneste e virtuose, e ripatria (1) in ne' cor gentile a similitudine degli uccelli nelle verdi selve sopra i fioriti rami. E si dimostra più esso amore nelle avversità che nelle prosperità, facendo come 'l lume che più risplende, dove truova più tenebroso sito.

(Dal Bestiario di Leonardo da Vinci)