Pescara . La realtà è che sono sempre gli stessi , zingari , quasi sempre donne ( ma attenzione perché gli uomini restano appostati ) che prendono di mira gli anziani per derubarli e truffarli . 

Pescara , Montesilvano , Spoltore , Francavilla al Mare ,Chieti e tutta l'area metropolitana è territorio di " caccia " di questi malviventi infami che usano i trucchi più subdoli per farsi aprire il portone . " Signora si ricorda di me ? Sono venuta per la visita " oppure " Sono il medico dell'asl " " Signora devo dirle una cosa su suo figlio, mi apra " e poi rubano tutto quello che possono.

Quasi sempre indifesi, spesso soli, gli anziani vengono letteralmente presi di mira dai clan che li seguono negli spostamenti e ne segnalano le abitazioni con l'ormai noto metodo dei fiocchi di carta argentata appesi vicino al portone.

Fiocco rosso = casa ricca ma un po' difficile
Fiocco giallo = casa ricca facile da svaligiare

Se vedete questi segni nei pressi della vostra abitazione avvertite i Carabinieri e la Polizia, ma in generale è importante non lasciare mai soli gli anziani.
Questo genere di furti e raggiri infatti non arrecano solo danni economici, o fisici, ma soprattutto provocano ferite morali come abbassamento di autostima e senso di inutilità nelle persone di una certa età che, in alcuni casi, arrivano anche a non denunciare niente alle forze dell'ordine ne ai familiari per vergogna e timore di essere limitati nella propria libertà .

Questo i ladri lo sanno e ne approfittano, non capita di rado che le vittime ricevano con regolarità le visite dei malviventi, che si insinuano nella vita delle persone anziane sfruttando il fatto che non sempre ricordino tutto e questa loro particolare debolezza che li induce a farsi derubare senza opporre resistenza o a pagare una specie di pizzo per essere lasciati in pace .