Inizia la sfida tra Novara e Pescara e tra Oddo e Baroni. I padroni di casa sono leggermente più incisivi e in più occasioni si affacciano nell’area biancazzurra. Attimi di apprensione al 22’ quando Lapadula,involontariamente, in uno scontro aereo con Faraoni gli provoca una vistosa ferita al volto. L’arbitro accompagna il giocatore fuori dal campo per la fasciatura. Il primo campanello d’allarme arriva al minuto 27 con due occasioni una dietro l’altra: Faragò a due metri dalla linea di porta stacca ma Fiorillo si supera e riesce a respingere, sulla ribattuta Signori anticipa tutti ma il numero uno del Pescara si esibisce in un'altra prodezza. Al 33’ la reazione: Memushaj da fuori libera un tiro a giro insidioso ma Da Costa è attento e devia in angolo. Un elogio speciale va a Faraoni che, nonostante la ferita al volto e un pestone che lo fa leggermente zoppicare, rimane in campo e stringe i denti. Nella ripresa, come nella prima frazione, la partita e ricca di contrasti al limite del regolamento ed Abbatista fischia poco e non estrae cartellini. Al 54’ il Novara si divora il vantaggio: cross rasoterra che taglia l’area, non ci arrivano i difensori ospiti ma non ci arriva nemmeno Evacuo a pochi centimetri dalla porta. Il Novara continua ad attaccare fino a quando al minuto 57 riesce a trovare il gol con Evacuo: è perfetto l’assist dalla sinistra di Viola, la palla va sul secondo palo dove l’attaccante novarese la spedisce alle spalle di un incolpevole Fiorillo. Al 66’ sostituzioni da entrambe le parti: per il Pescara entra Sansovini (ex della partita) al posto di uno spento Cocco e al Novara entra Gonzalez al posto di Rodriguez. Un minuto dopo Abbatista estrae il primo cartellino giallo, l’ammonizione è ai danni di Lapadula per una simulazione. I padroni di casa continuano la manovra d’attacco e al 76’ Viola impegna Fiorillo che effettua uno splendido intervento. Due minuti dopo Oddo sostituisce Caprari con Mitrita, poco dopo per il Novara esce Signori per Corazza. A quattro minuti dalla fine, sugli sviluppi di un calcio d’angolo del Pescara, Gonzalez si invola in un contropiede solitario ma è attento Selasi che stoppa la pericolosa ripartenza. All’87’ Crescenzi ci prova da fuori ma Da Costa è abile a spedire in angolo. Ad un minuto dalla fine il tecnico Baroni regala l’ovazione ad Evacuo sostituendolo con Dell’Orco. Nei minuti di recupero è ancora una volta il Novara a rendersi pericoloso e ancora con Viola: Fiorillo è davvero fondamentale, devia in angolo l’ennesima conclusione pericolosa. A partita finita arriva l’espulsione per Memushaj. Si conclude sul punteggio di 1 a 0 il recupero dell’incontro tra Novara e Pescara con i padroni di casa che interrompono la striscia positiva degli abruzzesi. La partita è stata equilibrata ma il Novara ha affondato di più rispetto agli ospiti ed esce, meritatamente, vincitore dal suo stadio.






Augusto Bucciarelli