Emma Moroncini, la nonna pellegrina di 91 anni, la nonna che parti da Milano per compiere una promessa dopo percorrere 1200 Km, li mancano tan solo una decina di chilometri per raggiungere il suo sogno di arrivare domattina alla Basilica di Luján per mantenere la promessa che ha avuto inizio a Tucumán il 27 dicembre. Oggi è arrivata a Cortines piccolo paese vicino a Lujan, che era la sua ultima fermata.

 

Dopo una caduta, il Lunedì, a 13 Km da Los Robles (paesino argentino),  Emma a pensato di non potere  raggiungere la sua destinazione. Emma ha sofferto  disidratazioni, scompensi e come conseguenze della caduta si e fatto un taglio a la mano.
La nonna è stata portata all'ospedale di San Andres de Giles per mettergli  un cast sulla sua mano destra.

 

Ieri è tornato a camminare. Ha fatto a 10 chilometri e poi è stato trasferito in ambulanza come previsto.Emma inoltre,soffre  da un forte dolore all'anca a causa dell'incidente 

 

Se tutto va bene, Emma partirà  domani presto, per percorrere la Statale 7 , il arrivo previsto  a la  Basilica de Lujan sarà  tra  le 9 e 9,30.  Nel loro destinazione finale sarà presente la aggregazione folcloristica  Virgen Gaucha, che accompagnerà a Emma con delle grande bandiere una Argentina e una italiana . Dopo l'arrivo ci sarà il rilascio di colombe. Alle 11, mentre ci sarà una Messa in suo onore per poi dare via a un rosario davant l'immagine della Vergine e saranno dichiarati Distinguished Visitor.

 

Moroncini a camminato più di 1.200 chilometri, ed e un messaggio di pace per i giovani. Dopo questa a avventura, si recherà in Italia il 26 di questo mese e già notato nel suo diario che sarà ricevuta  il 22 aprile da  Papa Francesco in Vaticano.

Emma Moroncini, una nonna italiana che partì da Milano a compiere una promessa percorrendo la Argentina a piedi.


Diego Lepiscopo