E-Fish, un software di gestione per la tracciabilità del pescato che transita nel Mercato ittico di Pescara è l' ultima innovazione tecnologica che permetterà ai clienti di verificare con esattezza il giorno in cui il pesce è stato pescato, da chi è stato pescato e con quale tecnica.
E' sufficiente infatti inserire il codice a barre presente sulla confezione del pesce fresco sul display dell'applicazione per conoscerne esattamente il percorso dal mare al banco di vendita.
Il Comune di Pescara ha investito circa 108.000 euro per rimodernizzare il proprio mercato del pesce acquistando oltre al materiale tecnologico anche due video proiettori per permettere di visualizzare le aste in tempo reale, due nuove macchine del ghiaccio per la catena del freddo e due mezzi elettrici per il trasporto delle merci dalle banchine del porto.

"Pescara oggi è fra le prime città in Italia per lo sviluppo di servizi tecnologici." ha dichiarato l'assessore al commercio Giacomo Cuzzi a margine della presentazione di E-Fish - “ Il nostro impegno per il futuro sarà quello di far coincidere alla modernizzazione anche la rispondenza di piattaforme logistiche sul territorio, per implementare la catena del freddo e per assicurare la tracciabilità massima che è già oggi garantita con etichette che rispecchiano la legge, anticipano normative che diverranno presto obbligatorie e consentono di seguire il pescato dalla barca alla vendita in piena trasparenza"
Oltre a Giacomo Cuzzi, erano presenti il direttore del Mercato ittico Mauro D’Andreamatteo, il responsabile dell'applicazione Luca Di Nicola e il consigliere Massimo Pastore.