Potrebbe essere una delle coltivazioni illecite di cannabis indica piu' vasta del territorio abruzzese quella scoperta da personale del Comando stazione del comune teramano di Rocca Santa Maria in una frazione di Valle Castellana.

L'area, sottoposta a sequestro, occupa una superficie di circa mille metri quadrati.

Il rinvenimento, sul quale sono in corso indagini, e' avvenuto durante un sopralluogo boschivo.

Per avere certezza che si tratti di cannabis i forestali hanno prelevato dei campioni che saranno sottoposti ad analisi