"Ho la fiducia della squadra" Aveva dichiarato Marco Baroni dagli spogliatoi del Matusa dopo la sconfitta con il Frosinone arrivata dopo una striscia di risultati negativi. Oggi, dopo il summit con di questa mattina con la proprietà, incassa anche l' ok ( a tempo determinato) anche della dirigenza del Pescara.

Andiamo avanti con Baroni, almeno per altri sette giorni, con la pretesa dei tre punti e di un gioco convincente già dal prossimo turno in casa con il Modena per restare attaccati al treno dei Play Off, distanti solo due punti, ma un miraggio se si pensa al calendario piuttosto ostico soprattutto soprattutto se la squadra non saprà cambiare mentalità.

Dopo la gara con il Modena, il successivo derby con la Virtus Lanciano potrebbe risultare "drammatico" per il Pescara che con solo punto di vantaggio, ad oggi, rischierebbe il sorpasso da parte dei "cugini frentani".

Modena, Virtus Lanciano, Pro Vercelli, Avellino, Perugia, Varese e Livorno, sette finali, con la classifica che si ritrova (48 punti) il Pescara non può permettersi di perdere nemmeno un punto se vuole continuare a sognare la A, ma restando con i piedi per terra, deve conquistarne almeno 4 per la matematica salvezza, che sulle sponde dell'Adriatico verrebbe comunque considerata un risultato molto al di sotto delle attese per una squadra che per organico e investimenti aveva fissato i Play Off come obiettivo minimo.