L’A.S.D. Doogle subisce una severa lezione a Lanciano contro l’Anxanum Piermatteo.

Il 10-2 finale è un punteggio che sta anche stretto alla squadra di casa: solo le grandi parate di D’Onofrio Andrea, autore di una superba prestazione coronata anche da un gol nel finale, hanno infatti limitato i danni per i ragazzi di Mister Zuccarini apparsi disorientati e poco pronti a fronteggiare una compagine molto organizzata e ben messa in campo.

Buon inizio del Doogle nei primi minuti di gara con Palombaro che si rende pericoloso in due occasioni.

L’Anxanum Piermatteo però frena subito l’impeto dei ragazzi di Mister Zuccarini passando in vantaggio e trovando subito anche il raddoppio  con due gol di Di Nunzio, a fine partita il migliore dei suoi.

Il Doogle continua a soffrire nonostante l’ingresso di forze fresche (Colacito e D’Onofrio Francesco). La squadra di casa continua a premere e solo le grandi prodezze del “panterone” D’Onofrio Andrea riescono a limitare i danni per il Doogle che prova anche ad imbastire una timida reazione, ma non riesce a pungere in attacco.

L’Anxanum Piermatteo è però indubbiamente squadra di altro livello e trova altri due gol intorno al 24' sempre con l’imprendibile Di Nunzio. D’Onofrio Andrea vede arrivare conclusioni a rete da ogni parte del campo e para l’impossibile sul finale di tempo. 

La prima frazione di gara si conclude però su un eloquente 5-0 per la squadra di casa che non ammette repliche, anzi il punteggio. Il Doogle inizia bene la ripresa trovando il gol con Palombaro bravo a deviare una punizione di Grossi.

È però purtroppo un fuoco di paglia perché l’Anxanum riprende a macinare gioco e colpisce impietosamente portandosi addirittura a due minuti dal termine sul 10-1.

Il Doogle trova il secondo gol con una sortita offensiva del portiere D’Onofrio Andrea , ma il risultato finale (10-2) fotografa l’andamento di una gara sciagurata del Doogle che ne ha messo in evidenza tutte le difficoltà in questo momento. Da dire comunque che di fronte c’era una compagine,  l’Anxanum Piermatteo, veramente forte che ha messo in mostra un gioco brillante e sarà sicuramente protagonista fino al termine del campionato. 

Duro colpo per Mister Zuccarini che fa un’analisi sincera ed onesta del match lanciando un duro monito ai suoi giocatori: “Non capisco come si possa essere assenti dal campo: di fatto non siamo stati in grado di mettere minimamente in discussione neppure per un momento l’andamento della gara, permettendo ai nostri avversari, per la verità autori di un ottimo gioco per la categoria, di tirare almeno trenta volte in porta da ogni posizione”.

“Ai giocatori ho rimproverato l’approccio remissivo e senza grinta al match - continua Mister Zuccarini – in particolare a quelli che sono abituati a giocare anche se magari lo facevano in precedenza nel calcio a 11: non possono avere questo atteggiamento alla terza giornata di campionato. Raccomando dunque loro di giocare nelle prossime partite come se ognuna fosse la finale dei playoff: si può perdere per i meriti dell’avversario e non per non aver dato il massimo”.

Mister Zuccarini conclude andandoci giù duro nei confronti dei suoi per cercare di spronarli a reagire subito ed uscire da questo atteggiamento mentale sbagliato: “Spero che la vergogna provata dopo questa figuraccia rimediata a Lanciano sia un monito per fare meglio e giocarcela con tutti trovando la carica giusta già nelle prossime partite. Il campionato è lungo, c’è tutto il tempo per rimediare ai passi falsi fatti finora. C’è bisogno di mantenere la giusta umiltà imparando cioè dagli errori da noi commessi.  Sono convinto che i miei ragazzi abbiano compreso quanto successo e siano pronti a darmi le risposte giuste già dai prossimi impegni”.

Sarà necessario ora reagire subito e cercare di dare una svolta ad una classifica che vede il Doogle occupare il penultimo posto con un solo punto in tre partite. 

Domenica prossima lo scontro diretto contro l’ultima San Pietro Tollo: sarà l’occasione per risalire la china e dimostrare che quanto di buono fatto vedere nella prima giornata all’esordio assoluto in Serie D a Roccamontepiano non era solo un semplice episodio.