La famosa sagra che celebra il connubio tra i sapori d'Abruzzo ed i sapori di Sicilia sta per approdare a Città Sant'Angelo: tutto pronto per "Dall'Etna al Gran Sasso". Artigianato, gastronomia, cultura, arte e spiritualità, sono solo alcuni degli elementi della manifestazione che, dopo un anno di interruzione, torna a  dal 18 al 26 luglio prossimi.

La formula è collaudata: per le vie del centro storico carretti siciliani, mostre di artigianato con la pietra lavica, ma anche buon cibo come arancini e arrosticini, senza dimenticare il fascino della cultura religiosa, con le celebrazioni in onore di Sant'Antonio di Padova. La festa, infatti, nasce dal gemellaggio con la cittadina siciliana di Nicolosi, scaturito nel 2001 dall'incontro religioso a Padova delle due Confraternite cittadine dedicate al Santo.

L'anteprima della manifestazione è in programma al Città Sant'Angelo Outlet Village questa sera dalle 19, quando lungo le vie dell'outlet grande protagonista sarà la cultura siciliana con l'installazione dei carretti, concerti di musica folk e la degustazione di arancini, arrosticini e torta al pistacchio. Dalle 19.30 saranno offerte al pubblico 6.000 degustazioni gratuite (2.000 per ciascuna delle tre pietanze) preparate da maestri della tradizione. L'appuntamento con la solenne processione del simulacro della reliquia di Sant'Antonio di Padova e dell'Urna con il Corpo di San Felice Martire è per domenica 19 luglio alle 19 nelle vie cittadine.

La festa vera e propria entrerà nel vivo sabato 18 luglio alle 18,30 con i carretti siciliani che sfileranno nel Centro Storico dalle 19,30 e alle 21 nel rione Casale ci sarà lo spettacolo de "Li Mazzemarille", un viaggio fantastico tra antiche credenze popolari a cura delle associazioni Civsa e Palio delle Contrade, in programma anche nelle serate del 18, 19, 25 e 26 luglio.