Luciano D'Alfonso, presidente della Regione Abruzzo, ha le idee chiare per migliorare le sorti dell'Abruzzo. In vista dell'incontro con il ministro Graziano Delrio, D'Alfonso ha preparato un elenco ben preciso di quello che serve alla Regione.
L'idea è quella di consegnare l’elenco delle opere strategiche per l’Abruzzo al ministro Delrio per inserirlo nel documento di pianificazione.
Il documento pluriennale di pianificazione andrà a sostituire la Legge Obiettivo per le nuove procedure di realizzazione delle infrastrutture pubbliche.

Il nodo principale di D'Alfonso rimane la viabilità, una priorità assoluta. Affermazioni che rimandano al 2011 quando a gran voce durante un convegno disse: «I nodi della regione sono porto, ferrovia e autostrade, una triade sui cui riflettere».
Dichiarazioni che fecero seguito a quelle del consigliere regionale Pd Claudio Ruffini «Chiedere con forza questa ferrovia sarà la nostra battaglia» riferendosi alla tratta ferroviaria Pescara-Roma. 

Ad oggi le priorità rimangono tali, principalmente con l’accelerazione della tratta ferroviaria Pescara-Roma unita ad un miglioramento del trasporto pubblico (locale) su gomma. 

Il commento del sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Camillo D’Alessandro è stato: «Noi siamo pronti ed abbiamo costruito una proposta fatta di priorità e che trova accoglienza e rispondenza nel nuovo corso del ministero delle Infrastrutture. La stagione della legge Obiettivo è finita, si apre una nuova fase».

Filippo De Titta