Forse è tutta una bufala la storia del Ministro della difesa della Corea del Nord Hyon Yong-Chol giustiziato a cannonate dal regime del dittatore Kim Jong Un per la colpa di essersi addormentato durante una parata ufficiale, a rivelarlo il senatore abruzzese Antonio Razzi:
"Mi viene da ridere, sono tutte palle" ha raccontato lo stesso Razzi ai microfoni della trasmissione radiofonica La Zanzara "ho parlato con l'ambasciatore coreano in Italia, mi ha assicurato che la storia del ministro ucciso a cannonate è una cazzata" ed ha aggiunto che a fine mese lo incontrerà anche "sicuramente incontrerò il ministro ancora vivo"

Non solo questa storia, ma anche tutte le notizie quantomeno singolari che giungono dalla Corea sarebbero false secondo il senatore di Forza Italia e grande amico del dittatore nordcoreano Kim Jong Un messe in giro per screditare il paese agli occhi del mondo "Le uccisioni di cui parlano sono tutte cazzate, come la storia di quello (zio del dittatore) sbranato dai cani. La Corea del Nord è un paese serio" - Ha concluso -"Sono gente precisa, se dicono una cosa la fanno. E' l'unica nazione che non è sottomessa a nessuno. Da fastidio."