24 società, 84 squadre iscritte, 1400 ragazzi dai 7 ai 15 anni, più staff e accompagnatori, circa tremila persone in totale a Montesilvano per la seconda edizione della Coppa Fair Play - Montesilvano.
" Una manifestazione molto semplice che riesce ad inculcare nei giovanissimi i valori di lealtà che ci sono dietro allo sport" così l'assessore Ottavio de Marinis ha raccontato così l'evento terminato l'11 aprile organizzato dall’Ente Asc, in collaborazione con l’Associazione Lido di Roma e con il patrocinio del Comune di Montesilvano.

"Ringraziamo l'Amministrazione Comunale – ha commentato Alessandro Febbo, responsabile dell'organizzazione insieme a Andrea Orneli, Adriano Tinti, Alessandro Rea e Emanuele Mancini – "per averci concesso lo stadio Mastrangelo e il campo sportivo Speziale, i centri sportivi Zampacorta e Babilonia per la disponibilità dimostrata, infine il centro di intrattenimento Porto Allegro che, nel pomeriggio di domenica 5 aprile, ha messo a disposizione la galleria per il “Terzo Tempo Village” con animazione e distribuzione gadget"

Non solo sport e valori etici, ma anche promozione turistica, la Coppa Fair Play, infatti, ha acceso i riflettori sulla cittadina adriatica per tutta la settimana, portando in città numerosi visitatori oltre ai tremila partecipanti che hanno riempito ben sei strutture alberghiere, un fatto che dimostra chiaramente il ruolo determinante che lo sport può rappresentare anche per il rilancio commerciale e turistico della città.