Inizialmente ci ha provato il vicepresidente Lucrezio Paolini a chiedere di spostare il Consiglio Regionale dalle 11 alle 16 nonstante in aula ci fosse il numero legale per discutere del dissesto ecologico e dei problemi legati ai punti nascita, ne è nata una polemica tale tra maggioranza e opposizione che ha portato alcuni esponenti del PD ad allontanarsi dall'aula per far saltare il numero legale e di conseguenza rimandare al pomeriggio la seduta.
Il problema erano le assenze del Governatore Luciano D'Alfonso, impegnato a Schiavi d'Abruzzo per una serie di sopralluoghi, del Presidente del consiglio regionale Giuseppe di Pangrazio e di molti assessori assenti perchè a Verona in occasione del Vinitaly.
Gli unici assessori giustificati per non essere presenti sarebbero stati l'Assessore all'Agricoltura Dino Pepe e quello all'Ambiente Pietro Mazzocca impegnati a Roma.
La seduta è stata rimandata alle 16 di oggi pomeriggio e dall'opposizione fanno sapere che in aula ci sarà battaglia: "ora i Consiglieri e Assessori di maggioranza dovranno assumersi tutte la responsabilità di questo orribile spettacolo, li aspettiamo in Aula alle ore 16:00"