Si chiude questa sera con la performance recitativa di
Gabriele Tinari la settima edizione di (Con)fusioni, evento che per quest’anno si è sdoppiato tra maggio e settembre, attirando la curiosità crescente del pubblico verso un territorio creativo abruzzese giovane, reattivo e contemporaneo.

L’inusuale mostra sull’incompiuto è nata sette anni fa da un’idea del graphic designer Luca Di Francescantonio e dalla preziosa organizzazione dell’associazione culturale “Arena7” che, anche quest’anno, ha visto nella collaborazione di numerosi ragazzi e del nucleo di coordinatori curatori delle varie sezioni, una formula vincente.

Ben nove giorni di esposizioni e performance artistiche di vario genere (reading, musica, danza) e centocinquanta espositori nel cuore del centro storico di Lanciano (Ch) per un’iniziativa culturale inusuale e diversa, in continuo mutamento, “un ritrovo – come dicono gli organizzatori – per chi cerca se stesso in un’epoca di cambiamenti”.

L’appuntamento con il finissage a cura di Gabriele Tinari, è  alle 20,00 presso i Locali del Diocleziano.