PESCARA. Il Comune non può fare assunzioni a tempo indeterminato, perché è in predissesto finanziario. Ma, per ovviare ai problemi di carenza di organico, ricorrerà ai lavoratori stagionali e agli interinali. Sono in tutto 19 i posti di lavoro da mettere a disposizione. È ciò che emerge dalla delibera approvata nei giorni scorsi dalla giunta con la quale l’ente integra il Piano per il fabbisogno di personale già varato e nello stesso tempo annuncia la richiesta di autorizzazione al ministero per fare le assunzioni a tempo. Un’altra delibera approvata, invece, fissa una spesa di 185.000 euro per pagare con i voucher lavoratori occasionali. I lavoratori di cui ha bisogno il Comune sono 15 vigili urbani stagionali e 4 lavoratori interinali. Poi, sono previsti dei voucher lavoro per alcune prestazioni occasionali di manodopera e per i nonni vigilantes, cioè i pensionati già impiegati in passato per il controllo dei bambini che entrano ed escono dalle scuole.

«L’intento», spiega l’amministrazione nel primo provvedimento approvato, «è di ricorrere al lavoro occasione di tipo accessorio per svolgere attività lavorative di carattere temporaneo e occasionale, non realizzabili o difficilmente realizzabili con il personale dipendente in servizio offrendo, nel contempo, la possibilità di occupazioni temporanee a determinate categorie di soggetti, con priorità e preferenza per coloro che si trovano in momentanea situazione di fragilità sociale, quali disoccupati, inoccupati e, in particolare, soggetti esodati non salvaguardati».

Il settore più carente è comunque quello della polizia municipale. In proposito, il 6 giugno scorso, il comandante dei vigili urbani Carlo Maggitti ha inviato una nota al responsabile del settore Risorse umane facendo presente la necessità di 15 agenti stagionali da assumere in corrispondenza dei periodi dell’anno in cui si concentrano le maggiori criticità funzionali e organizzative. In particolare, i vigili potranno essere utilizzati per i controlli sulla riviera nel corso della stagione estiva. Controlli previsti dal protocollo d’intesa firmato recentemente da Comune, Capitaneria di porto, Croce rossa e Camera di commercio.

Anche il dirigente del settore Manutenzioni ha scritto una lettera, il 31 maggio scorso, per far presente l’esigenza di ricorrere a 4 lavoratori interinali di categoria B da destinare alle attività svolte dallo stesso settore. I contratti per i 15 vigili stagionali saranno di appena due mesi e costeranno in tutto 73.615 euro. Mentre i 4 lavoratori interinali verranno assunti per sei mesi, per una spesa di 54.770 euro.