E' di qualche giorno fa la notizia dell'avvistamento di una bandiera dell'Isis a Tagliacozzo. Questa la notizia:

Fotografato un vessillo del Califfo a Tagliacozzo (L'Aquila): sventola sul terrazzo di un professionista libico.

La segnalazione ai carabinieri è stata fatta da un vicino di casa telefonicamente, in quanto agli arresti domiciliari. L’uomo, di 50 anni, ha riferito che solitamente sul terrazzo era esposta la bandiera della Libia, ma quella mattina ha fatto l’apparizione la bandiera del califfato. Il sopralluogo eseguito dai militari dell'Arma ha evidenziato che la bandiera si trova in un angolo del balcone facilmente raggiungibile anche dall'esterno. Da qui, la pista di un eventuale dispetto che i carabinieri non escludono.

«È uno stimato professionista - ha commentato il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, interpellato telefonicamente - una persona al di sopra di ogni sospetto e, quindi, escludo categoricamente che possa essere stato lui ad esporre la bandiera».



Notizia che, giustamente, ha fatto scalpore tanto da diffondersi a livello nazionale. A seguito di questa segnalazione vi riportiamo dei 'commenti memorabili' inerenti alla vicenda!


Doic Nicola 
Staranno facendo qualche alcol test o sanzione per le cinture ! Ma che andassero i vicini ad appenderlo a testa in giù ! Comunque Tagliacozzo, mai nome di comune più adatto per i miliziani del califfato

Gaetano Tammaro 
Ma che c'e' di male ? considerato il nome del paese (Tagliacozzo), il libico avra' pensato di essere nella capitale dell'isis.

Gianluca D'Andrea 
E' un po' come presentarsi al controllo sicurezza in aeroporto affermando di avere una bomba dentro il bagaglio

Leonardo De Bellis 
Hanno scelto il paese giusto ahahahaahah

And the winner is Andrea Zitti con:
"se stava a bomba o a scanno.....avrei dato un premio!! ahahahahaha"