Nota inviata dal comitato alla nostra redazione:

Spett. Sindaco avv. Marco Alessandrini, dopo l’incontro tenutosi il 4 maggio scorso con l’assessore al commercio ed altri esponenti dell’amministrazione comunale per trovare una soluzione al problema dei rumori molesti notturni e del decoro nelle aree circostanti il mercato Muzii, abbiamo riflettuto attentamente sulle proposte dagli esercenti della zona e caldeggiate dall’assessore Cuzzi.
In particolare facciamo riferimento alla volontà di prolungare gli orari di apertura rispetto a quanto stabilito nella precedente ordinanza 527 dell’1/10 /2015, dotando la zona di un servizio di vigilanza privata, il cui impiego sarebbe lasciato per altro alla buona volontà di qualche esercente.
A tal riguardo abbiamo sfruttato il fine settimana appena trascorso per verificare sul posto quali sarebbero gli esiti di tali iniziative per avere un quadro oggettivo basato su dati e non su opinioni.
Nel fine settimana trascorso erano presenti nelle ore notturne su piazza Muzzii e via de Cesaris almeno 6 agenti della Polizia Municipale dotati anche di ufficio mobile che nei confronti di qualsivoglia schiamazzo hanno indiscutibilmente una funzione deterrente superiore a qualsiasi servizio di vigilanza privato. Tuttavia il normalissimo passeggio dei frequentatori delle attività commerciali aperte in quelle ore notturne producevano nel complesso un rumore (antropico) misurato con le tecniche stabilite dalla normativa riepilogabile come segue:
LSmax = 89.3 dB(A)
LSmin = 85.0 dB(A)
LPeak = 106 dB(C)
Leq = 86.8 dB(A)
Certi che Lei avrà sicuramente chi potrà delucidarla su questi dati oggettivi, sui danni alla salute prodotti e sul fatto che i limiti notturni previsti dal piano di zonizzazione adottato dal comune sono di 55dB(A), precisiamo che le misurazioni sono state effettuate in un arco temporale di relativa tranquillità ad oltre 20 metri di distanza dalla sorgente di disturbo più vicina. Per completezza aggiungiamo che la misura del rumore immesso all’interno di un appartamento di un piano alto, sito nell’area di interesse, eseguita sempre in coerenza alla normativa ha dato un valore differenziale di oltre 20dB(A) (limite differenziale notturno 3dB(A)).
Consci della sua responsabilità e della sua attenzione in materia di salute pubblica, La DIFFIDIAMO dal concedere qualsiasi proroga rispetto agli orari di apertura già previsti nell’ordinanza 527/2015 e al contrario La invitiamo a considerare seriamente maggiori restrizioni nel tentativo di introdurre un risanamento della zona in quanto, ad oggi, l’unica certezza del ritorno alla normalità e quindi del riposo dei residenti (tra cui malati, bambini e anziani) è il sopraggiungere dell’orario di chiusura delle attività.
Diversamente saremo costretti a ricorrere alle autorità competenti per l’accertamento di danni e responsabilità perché siamo fermamente convinti che la salute non possa essere oggetto di mediazione politica.

Il Comitato dei residenti per la tutela della quiete e del decoro pubblico,
via Cesare Battisti, via Clemente de Cesaris, piazza Michele Muzii, piazza Santa Caterina, via Quarto dei Mille, via Giuseppe Mazzini e vie limitrofe