Pescara . "Sospetto che il decreto possa essere finito nelle mani degli imprenditori della sanità privata prima di essere emanato "in sostanza è questa l'accusa del presidente della commissione Vigilanza Mauro Febbo  " Ci rendiamo conto che la Sanità privata sta avendo una serie di premi, tra cui uno stanziamento in bilancio di 8 milioni di euro "

Nel caso specifico del trasferimento dei posti letto dalle cliniche Villa Pini e Spatocco di Chieti nelle cliniche Pierangeli di Pescara e Villa Serena di Città Sant’Angelo , Febbo fa notare una discordanza di tempi che , a suo dire, farebbe pensare che i privati già conoscessere il decreto firmato l'11 gennaio, di cui la commissione di vigilanza viene a conoscenza il 20 gennaio , mentre già il 4 gennaio le cliniche private avevano già chiesto le autorizzazione al trasferimento , nonostante il Comune di Chieti non avesse ricevuto nessuna comunicazione.

L'accusa , a cui ha già replicato l'assessore alla Sanità Silvio Paolucci , ha messo in allarme La Procura di Pescara ha aperto un fascicolo e i Carabinieri dei Nas che hanno acquisito una serie di documenti negli uffici dell’assessorato regionale alla Sanità in via Conti di Ruvo per stabilire se ci siano delle irregolarità.