Pescara . La notizia del giorno nell'ambito discotecaro è che lo Zu Bar chiuderà per 90 giorni dopo che la Polizia ha fatto irruzione, perquisito i soci e il locale trovando hashish, cocaina e anfetamine. Abbiamo detto soci e non clienti perchè per entrare nel locale devi associarti e, teoricamente, il locale può evitare di farti la tessera e farti suo associato.
Chiariamo subito che mi dispiace che abbiano chiuso di nuovo ( non è la prima volta che gli viene sospesa la licenza ) lo Zu Bar, che è un gran bel locale, dove in genere si esibiscono DJ di musica elettronica di fama internazionale, frequantato da tantissimi ragazzi di Pescara, siamo dispiaciuti per la chiusura di tre mesi per chi ci investe e chi ci lavora, come sempre siamo dispiaciuti quando qualcuno ha delle difficoltà di lavoro, ne più ne meno, non ce la sentiamo però, parlando in generale e non specificatamente di un solo locale,  di fare gli ipocriti: tutti sanno che nei locali di Pescara gira un fiume di cocaina ( e altro) anche tra i minorenni.

Lo sanno le Forze dell' Ordine che , infatti tengono sotto controllo alcuni locali, lo sanno i frequentatori a cui o non da fastidio o fa piacere che giri droga, lo sanno i buttafuori che ogni sera vedono gli occhi di quelli che entrano ed escono dalle discoteche, li bloccano nelle risse, li conoscono,che giri tanta droga lo vedono anche i DJ che in cuor loro non possono non sapere come fanno certi ragazzi a stare cosi sballati in pista per tante ore, lo sanno anche i propietari o dovrebbero saperlo quando permettono a un ragazzo di diventare associato del Club.
E comunque, a Pescara, se in un locale non entra la cocaina, un certo tipo di popolo della movida non ci mette piede.
Non parliamo solo di droga, quante volte i baristi servono ultimo cicchetto a ragazzi ubriachi che stanno per mettersi in macchina verso casa ?

Lo sanno tutti che nei bagni dei locali notturni di Pescara gira fumo, coca e mdma, ma quando viene chiusa una discoteca, paradossalmente, anche chi la frequenta dice di non essersene mai accorto del consumo di droga, se ne esce col ritornello " eh ma non si può fermare la cultura, per poche persone pagheranno in tanti, e comunque ci si droga ovunque è inutile chiudere questo locale" dimenticando che in alcuni locali qualcuno ci è anche morto e che le stragi del "sabato sera" accadono ogni fine settimana. Certo non si fermerà ne lo spaccio ne il consumo di droga, probabilmente chi vuole drogarsi continuerà a farlo, ma almeno non in un luogo pubblico dove ci sono anche altre persone. Se chi vuole, si drogasse a casa propria sarebbe meglio.

Tra 90 giorni lo Zu Bar riaprirà e probabilmente ci saranno delle novità. Ecco il Comunicato stampa dello staff:

"Siamo davvero dispiaciuti per i fatti accaduti nel corso della nostra ultima serata.
In questi giorni siamo rimasti in silenzio in attesa di sapere quali provvedimenti sarebbero stati presi a nostro carico.
Zu::Bar verrà chiuso, ancora, per 90 giorni.
 
Purtroppo il comportamento scorretto di alcuni associati ci spinge ad una riflessione.
Continueremo il progetto che ha reso Pescara una delle capitali della scena elettronica internazionale, anche se non sappiamo ancora in quali forme e modi. In ogni caso non potremo vincere l'ipocrisia di questa città."