Convegno sulla famiglia. La situazione delle famiglie e il contesto sinodale, i separati, divorziati non risposati, divorziati risposati, famiglie monoparentali: questi sono i temi al centro della giornata di studi il 13 marzo presso l’auditorium del Museo d’arte moderna Vittoria Colonna di Pescara, dal titolo “Le sfide della famiglia nel contesto sinodale”.

Hanno partecipato al congresso Patrick Valdrini, docente ordinario di norme generali di diritto canonico nell’Istitutum Utriusque Iuris (Pontifica Università Lateranense), Francesco Coccopalmerio, cardinale presidente del pontificio consiglio per i testi legislativi, Manuel Jesus Arroba Conde, preside dell’ nell’Istitutum Utriusque Iuris (Pontifica Università Lateranense) e docente ordinario di diritto processuale canonico. Erano presenti inoltre i rappresentanti dell’Arcidiocesi e dell’Ugci: l’arcivescovo Tommaso Valentinetti, il presidente della sezione di Pescara dell’Ugci Bruno Paolo Amicarelli, il Vicario giudiziale del Tribunale ecclesiastico regionale abruzzese e molisano Antonio De Grandis, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Pescara Donato Di Campi e il sindaco di Pescara Marco Alessandrini.

Il tema del convegno richiama la famiglia e gli aspetti personali, la riconciliazione e la risoluzione dei conflitti. Valdrini ha ribadito che “La famiglia si regge su principi morali e norme giuridiche”, Coccopalmerio ha aggiunto che “Ogni persona è un valore in sé e per questo è amabile, che sia una persona buona o malvagia” e poi ancora “Anche se non sei uno specchio di virtù, sei comunque amabile”.

Arroba Conde invece ha affermato che “La misericordia è una parte della verità. Bisogna ripartire dalla famiglia, che fa parte sia della Pastorale che del diritto”. Nel congresso si è fatto anche notare che spesso la famiglia si fa carico di molti problemi che per lo Stato rimangono insoluti, soprattutto per la sanità e la cura delle persone anziane.

 


Antonio Danese