Caldo in attenuazione? E' ciò che in molti sperano dopo aver vissuto tre giorni di caldo infernale.

"Sulla nostra Penisola - spiega Giovanni De Palma di Abruzzometeo.org - la pressione è in diminuzione a causa dell’avvicinamento di una perturbazione di origine atlantica, attualmente posizionata sulla Francia che, a partire dalle prossime ore, inizierà ad interessare le regioni centro-settentrionali ma, dal pomeriggio-sera, favorirà un progressivo aumento dell’instabilità anche sulla nostra Regione".

"Perturbazione - continua - sospinta da masse d’aria fresca che, nella giornata di domenica, favoriranno una generale e sensibile diminuzione delle temperature anche sulla nostra Regione, anche di oltre 12-14 gradi rispetto ai valori che si sono registrati nelle scorse 48 ore. Tempo in peggioramento anche in Abruzzo con possibili formazioni temporalesche nel corso del pomeriggio, in estensione verso il settore orientale, in ulteriore intensificazione dalla serata-nottata e nel corso della giornata di domenica. Non si escludono fenomeni di forte intensità, localmente associati a forti raffiche di vento e occasionali grandinate. Un graduale ma temporaneo miglioramento è previsto dalla seconda metà della giornata di lunedì".

In Abruzzo, dunque, si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso ma la tendenza è verso un graduale aumento della nuvolosità tra la tarda mattinata e nel pomeriggio, con possibili formazioni temporalesche che, dalle zone montuose, tenderanno poi a trasferirsi localmente verso il settore orientale e costiero.

In serata e in nottata, inoltre, è previsto l’arrivo della perturbazione con rovesci diffusi, anche a carattere temporalesco, localmente di forte intensità, mentre dal pomeriggio di domenica atteso tempo autunnale con nubi, pioggia e deciso calo delle temperature, specie sul settore centro-orientale.