Salamon si, Salamon forse, Salamon no, probabilmente si è arrivati alla conclusione di questa querelle che da un mese assilla gli operatori di mercato e i tifosi del Delfino Pescara.
Salamon andrà al Cagliari, come ha fatto Melchiorri.

A mettere il punto, fose definitivo sul futuro del forte difensore di proprietà della Sampdoria in prestito al Pescara nella scorsa stagione è stato proprio il presidente Sebastiani che, a margine della Vision Soccer ha dichiarato : Mi ha mandato un sms- riferendosi al calciatore- "dicendomi di aver cambiato idea accettando la proposta del Cagliari. Non gli ho neanche risposto. Una vera delusione. Si parla troppo a sproposito di attaccamento, serietà. Lasciamo perdere”.

Una barzelletta, meglio prenderla a ridere, anche perchè non si conosce il motivo per cui Bartosz Salamon avrebbe scelto il Cagliari, ha ragione Sebastiani che giudica poco attaccato alla maglia biancazzurra? O, dopo il caso Melchiorri, ancora una volta i dirigenti sardi sono stati bravi a soffiarci anche il forte difensore polacco?

Il campionato dirà chi avrà avuto ragione tra Sebastiani e Salamon, ma adesso oltre ad una punta ( Boyake sta sfumando) ci serve anche un difensore.