"Facciamo finta che la partita iniziale sia quella di venerdì. Non sono preoccupato, alla prima tutte le squadre non possono essere al 100% e quando resti in 10 una sola cosa puoi fare: correre più degli altri e noi non lo potevamo fare, anche per il gran caldo. Si potevano evitare un paio di gol, anche quello da palla inattiva. Quello che mi fa innervosire di più, però, è che un giocatore non può vincere tre contrasti al limite dell’aria. Non facciamo drammi, peggio di così non possiamo fare “
Chiariamo subito che ci aspettavamo molto di più da questa partita. La prima gara di campionato di Serie B in trasferta a Livorno è stata un disastro, 4-0 per gli amaranto dopo un match "tranquillo" dominato dagli uomini di Panucci dall'inizio alla fine." - Quando perdi 4-0 non puoi accampare scuse, Massimo Oddo non cerca giustificazioni dopo la batosta di Livorno e commenta così la sconfitta

Avevamo detto che era partita da tripla e che al Picchi tutto poteva accadere, ma ci sbagliavamo. Già dopo nemmeno 10 minuti la partita era tutta in salita per i biancazzurri e dopo la prima mezz'ora era chiaro come sarebbe finita.

Andiamo per ordine, è il 7' del primo tempo, nemmeno il tempo di sistemarsi bene in campo che l'attaccante amaranto Francesco Fedato lanciato a rete dopo uno sciagurato retropassaggio di Caprari, viene steso fallosamente portiere del Pescara Fiorillo: calcio di rigore trasformato da Vantaggiato e Pescara in 10 per l'espulsione di Vincenzo Fiorillo.

In dieci il Pescara non è apparso in grado di reagire e con il solo Caprari  ina ttacco (Oddo aveva sostituito Vukusic con il secondo portiere Simone Agresti ) non ha mai impensierito la difesa del Livorno, pur priva dei suoi uomini migliori Maicon, Vergara e Calabresi.

Ed ecco che al 33, puntuale, arriva il raddoppio del Livorno, ancora con l'ex Vantaggiato che, smarcatissimo, colpisce in area.
2-0 e depressione in campo per gli uomini di Massimo Oddo.

Da qui in poi il Pescara non ha fatto praticamente nulla. Caprari troppo lento e prevedibile non ha mia innescato Forte ne ha tirato in porta, mentre la difesa pur priva di Campagnaro ha continuato a fare acqua da tutte le parti.

Infatti arrivano altri due gol del Livorno, a rendere la prima giornata di campionato un incubo per i biancazzurri. Prima ci pensa Ceccherini , al 41' sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina e al 53′ Fedato regala il poker ai livornesi dopo un'altra "papera" di Fornasier che, in vantaggio non spazza e si fa rubare il tempo dall'attaccante.

Meno male che non ce ne hanno fatte 6 di reti, perchè la partita è stata davverobrutta per il Pescara. Attenuante parziale l'espulsione di Fiorillo, ma sicuramente il risultato, pesante per i biancazzurri, è meritatissimo dal Livorno che, pur rimaneggiato, ha giocato in attacco in velocità e attentamente in difesa.

L'impressione è che i nuovi innesti di Andrea Cocco e Hugo Campagnaro potrebbero cambiare il volto di questo Pescara, inoltre non dimentichiamo di essere soltanto alla prima di campionato. Per ora, questo Pescara non è bocciato, nonostante il k.o. ma solo rimandato alla prossima partita.