Tre gare in otto giorni, dopo la vittoria esterna ai danni dei "cugini lancianesi" il Pescara è di nuovo chiamato a conquistare inderogabilmente tre punti in casa con la Pro Vercelli se vuole continuare a cullare ambizioni di Play Off per la serie A.
Questa sera all'Adriatico-Cornacchia non sarà affatto facile contro una Pro Vercelli inguaiata in classifica, 17 esima a quota 42 punti, e affamatissima di punti salvezza, ma tra sicuramente è la meno ostica tra Virtus (0-1) e Avellino in trasferta, ragion per cui c'è da aspettarsi un turn-over "ragionato" da parte di Mr Baroni.
Di sicuro mancherà Selasi squalificato, ma al suo posto in rampa di lancio c'è Brugman che ha recuperato dai problemi fisici e ha bisogno di giocare, o Zuparic se il Mister vuole più muscoli a centro campo. In attacco invece spazio a Pettinari, unica punta con Caprari e Politano in supporto all'attacco esterni nel 4--2-3-1 del Pescara, con Melchiorri e Sansovini a riposo in panchina.

PESCARA. 4-2-3-1 : Fiorillo; Zampano, Fournasier, Salomon, Rossi; Zuparic, Memushaj; Politano, Biarnason, Caprari; Pettinari.

La Pro Vercelli dal canto suo, è costretta a fare punti dopo 4 pareggi di fila se vuole salvarsi. Mr. Scaglia però dovrà fare a meno di Marchi e di Roberto infortunati e di Coly e Scaglia squalificati, si affiderà ad un classico 4-3-3.

PRO VERCELLI: 4-3-3-:  Russo; Germano, Cosenza, Milesi, Liviero; Ardizzone, Musacci, Castiglia; Fabiano, Sprocati, Beretta.

L'unico precedente nella storia dei due club, la partita del giorno dei andata a Vercelli vinta dal Pescara per 0-4.