GAGLIARDI:...oh ma alla Ferratella occupati di sta roba del terremoto perché qui bisogna partire in quarta subito...non è che c'è un terremoto al giorno
PISCICELLI:..no...lo so (ride)
GAGLIARDI:...così per dire per carità...poveracci
PISCICELLI:..va buò ciao
GAGLIARDI:...o no?
PISCICELLI:...eh certo...io ridevo stamattina alle 3 e mezzo dentro il letto
GAGLIARDI:...io pure...va buò...ciao.

Erano passate poche ore dal terribile sisma che aveva distrutto L'Aquila e dintorni causando ben 309 morti e 2000 feriti, quando Pierfrancesco Gagliardi e suo cognato Francesco Piscicelli sghignazzavano al telefono fregandosi le mani pensando agli appalti che avrebbero ottenuto nella ricostruzione.
Questa telefonata, che abbiamo trascritto, in cui Piscitelli racconta quanto abbia riso nella notte del terremoto indignò tutta l'Italia diventando il simbolo dell' avidità e, usando un eufemismo, del cinismo della "cricca" .

Francesco Maria De Vito Piscicelli è tornato nuovamente alla ribalta delle cronache per essere stato cacciato dalla sua villa dell' Argentario dopo essere stato già sfrattato per numerose irregolarità legate al contratto.
Il 30 marzo scorso, Piscicelli era stato sfrattato dalla sua tenuta Spini Bianchi dall' autorità giudiziaria di Grosseto, ma era riuscito a rientrare illegalmente nella villa il giorno dopo quando grazie all'aiuto di un guardaspalle Moldavo, aveva messo fuori gioco il custode che aveva cercato di impedirglielo.

A suo dire, Piscicelli, aveva il diritto di entrare nella proprietà per poter accudire i suoi animali, ma sulla vicenda sta indagando la Procura di Grosseto che potrebbe accusarlo di esercizio arbitrario delle propie ragioni e uso della violenza con le persone.

Ieri la svolta, quando la Procura ha disposto il sequestro preventivo della tenuta e ha dato ordine ai Carabinieri di Orbetello di sgomberare Piscicelli.
L'imprenditore quindi non ha potuto far altro che battere in ritirata. Dopo aver disposto il trasferimento degli animali è volato via, verso una località sconosciuta a bordo del suo famoso elicottero privato.