Un furgone carico di refurtiva è stato fermato ieri dai Carabinieri di Trieste al confine tra Italia e Slvenia. A bordo del furgone, fermato per un normale controllo, due uomini romeni residenti a Pescara che intendevano far ritorno in Romania con il prezioso bottino. Circa 80 gli oggetti recuperati, probabilmente rubati nel pescarese.
Decespugliatori, motoseghe, trapani, gruppi elettrogeni, telefoni cellulari, occhiali da sole, biciclette, monili vari e molto altro, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Pescara, grazie alla collaborazione con i militari di Trieste hanno potuto verificare che molti degli oggetti risultavano appartenere ad abruzzesi.
Ecco la lista di tutti gli oggetti recuperati, chi dovesse riconoscere qualcosa è pregato di recarsi presso il Comando Carabinieri a Rancitelli in via Lago di Borgiano (085.50662), portando con sé la denuncia di furto per esaminare meglio il materiale ed eventualmente procedere alla restituzione dela refurtiva