Blitz dei carabinieri del Nas nei bar del centro del capoluogo adriatico e di Chieti. I controlli, che sono scattati a cavallo dell'orario dell'aperitivo e del pranzo, hanno permesso in due casi di rilevare carenze ed irregolarita'. In collaborazione con le Asl competenti sono stati quindi disposti provvedimenti di sospensione e chiusura. Nello specifico, in un bar del centro cittadino di Pescara i militari del Nas hanno riscontrato che un locale tecnico, caratterizzato tra l'altro da condizioni igienico-sanitarie precarie, era stato trasformato in una sorta di laboratorio per la preparazione dei pasti. Gli alimenti sono stati sequestrati ai fini della distruzione e l'attivita' di deposito avviata in modo irregolare e' stata sospesa. A Chieti, invece, i controlli hanno permesso di rilevare carenze igienico-sanitarie in un locale usato come magazzino di un bar. Il deposito, che e' stato chiuso, era caratterizzato da ragnatele, sporcizia diffusa ed infiltrazioni.