Per la morte del bimbo nel grembo materno (era al nono mese), causata, secondo l'autopsia disposta dalla procura della di Teramo, da asfissia, la Asl di Teramo ha chiuso l'inchiesta interna.

La diagnosi è di morte endouterina fetale. L indagine, ha stablito la Asl di Teramo, ha evidenziato la correttezza delle procedure cliniche messe in atto. La 30enne madre del bimbo cinque giorni fa stava effettuando un ricovero programmato per gravidanza a termine nel presidio ospedaliero di Sant Omero (Teramo) durante il quale, attraverso gli accertamenti di routine (ecocardiotocografia ed ecografia) si stabilì la diagnosi di morte del bimbo in grembo del quale i medici non avvertivano più il battito.

La procura di Teramo aveva iscritto nel registro degli indagati un medico.