Il mare d'Abruzzo perde altre due bandiere, finendo a quota 6 (erano 8 nel 2015, 10 nel 2014 e ben 14 nel 2013) e tre località nella prestigiosa mappa delle Bandiere Blu, il riconoscimento assegnato dalla Fondazione per l'educazione ambientale (Fee) Italia a quelle località che hanno superato gli esami delle acque pulite, oltre ai servizi.
    Silvi (Teramo) riagguanta la bandiera, come aveva promesso lo scorso anno il sindaco Francesco Comignano, e rientra in gioco lasciando così le tre bandiere alla provincia di Teramo dove invece esce Roseto. Perdite secche nel Chietino che da cinque bandiere passa a due: fuori Francavilla al Mare-Lido Alcyone e San Vito Chietino-Molo sud, Calata Turchino/Rocco Mancini.
    Ecco le bandiere blu nel dettaglio: PROVINCIA DI TERAMO: Tortoreto-Spiaggia del Sole; Silvi-Lungomare Centrale/Arenile sud; Pineto-Lungomare dei Pini/Pineta Catucci; PROVINCIA DI CHIETI: Fossacesia-Fossacesia Marina; Vasto-Punta Penna, Vignola; San Salvo-San Salvo Marina/zona Fosso Molino.