Erano le 5 di mattina, quando a bordo del suo fuoristrada Land Rover si è schiantato contro una Matiz lungo il corso di Avezzano per cause ancora da stabilire.
Ad avere la peggio il conducente della Matiz, L.F. un 35 enne del posto che ha riportato la frattura di alcune costole e una prognosi si più di un mese.

Resosi conto della gravità dell'incidente il conducente del Suv, inizialmente sceso dalla sua auto, in compagnia di un'altra persona, ha deciso di fuggire, ma 5 testimoni lo hanno riconosciuto e i Carabinieri sono riusciti a rintracciarlo.

Sorpresa: si tratta di  Giulio di Pangrazio, figlio del sindaco di Avezzano.
Il 29 enne cercando di eliminare le prove che potevano collegarlo all'incidente e all'omissione di soccorso, era anche tornato sul luogo e aveva raccolto da terra un pezzo di fanale che si era staccato dalla sua auto, ma alcuni testimoni accorsi sul posto lo avevano riconosciuto e , pare, anche filmato con un telefonino.
Ora Luca di Pancrazio, che ha ammesso le proprie responsabiltà, per questa "bravata" rischia una denuncia per omissione di soccorso.