Autostrada bloccata, chilometri di file in entrambe le carreggiate, un blitz in piena regola molto studiato e colpi di fuoco. Poco prima delle 22,00 almeno dieci malviventi hanno assaltato un furgone blindato della Mondialpol tra i caselli di Mosciano e Val Vibrata della A14 nel teramano.
Hanno tentato una rapina poi finita nel nulla a causa di una mola taglia lamiere che si è rotta. E' quanto hanno ricostruito gli agenti della Polstrada accorsi sul luogo del colpo: il blindato è stato affiancato da un camion con rimorchio sul quale stavano i rapinatori, che hanno costretto il portavalori a ribaltarsi sulla carreggiata.

A quel punto sono stati esplosi dei colpi, almeno dieci. Con il furgone poggiato su un fianco i malviventi hanno provato a tagliare le lamiere con una mola, ma il disco si è spezzato e quel punto i rapinatori sono fuggiti su tre mezzi distinti abbandonando la rapina. Per mettere a segno il colpo, avevano fermato il traffico in entrambe le direzioni con bande chiodate almeno 400 metri prima del blitz sul furgone e mettendo a fuoco una autovettura. Il portavalori aveva raccolto i proventi dei centri commerciali di Città S.Angelo (Pescara) ed era i ritardo di 40 minuti sulla tabella di marcia. Secondo gli investigatori il colpo ricorda quello compiuto nei mesi scorsi vicino Cesena. Uno degli agenti della Mondialpol è rimasto ferito dalle schegge ed è ricoverato in ospedale a Teramo mentre i suoi due colleghi sono sotto choc..