L'AQUILA - Sulla falsa riga del regalo di fine anno che il Premier Renzi ha fatto agli editori, cifre che dovrebbero aggirarsi tra i 120 e i 150 milioni di euro, anche la Asl 1 Sulmona, Avezzano, L'Aquila delibera un piano di comunicazione aziendale, biennale, del valore di 63.000€ + iva. A beneficiarne sono diverse ditte aquilane, 16 in totale tra siti web e tv locali. La lista è stata pubblicata da Enrico Nardella sul quotidiano online "ilCentro". 

Il contributo più alto (12mila euro) spetta a Telesirio, tv locale.
Segue Laqtv (10mila).
Abruzzoweb e Radio L’Aquila (6mila).
Capoluogo (4500).
Primadanoi (4mila).
Marsicalive e Vola (2500).
Infine L'Editoriale, L'Aquilablog, Abruzzo24Ore, Centroabruzzo news, Ondatv, Antenna 2, Tv6 e Aquilatv, tutti a quota 2mila.

Firma arrivata nella notte della vigilia di Natale da parte di Giancarlo Silveri, il manager Asl per la comunicazione, oggi dimissionario. L'elenco e gli importi, invece, sono stati stilati da Pierluigi Tancredi, ex assessore comunale di centrodestra.

Le testate giornalistiche sono state scelte, secondo Tancredi, in base alla «diffusione sul territorio, la capacità di attrarre utenza sulla base dei pochi dati di ascolto e di lettura che è stato possibile ottenere, la capacità tecnica di produrre spot, format, redazionali, interviste e trasmissioni di approfondimento sui temi sanitari». Che conclude, «sia pure con tutte le difficoltà di reperimento dati accennate, potrebbe apparire congrua la proposta di seguito riportata».


F.D.T.