Proseguono i controlli dei carabinieri del Nas di Pescara per prevenire i pericoli che l'errata conservazione degli alimenti, in giornate di gran caldo, puo' generare per la salute dei consumatori.

Nello specifico, le ispezioni dei militari del Nas hanno permesso di scoprire che un supermercato della Val Vibrata utilizzava come deposito per gli alimenti un locale, annesso all'esercizio commerciale, che versava in condizioni igienico sanitarie pessime, con vistose fioriture di muffe alle pareti, peraltro invase da copiose infiltrazioni.

All'interno del deposito, in uso al personale del supermercato, c'erano anche biciclette, ciclomotori e cianfrusaglie. Il conseguente intervento della Asl di Teramo ha determinato il provvedimento di chiusura del deposito per il ripristino delle condizioni igienico sanitarie.

I carabinieri, inoltre, hanno sequestrato alcuni formaggi freschi, esposti nel banco interno al supermercato, perche' privi di tracciabilita' e non conformi alle norme sull'etichettatura.

Negli ultimi giorni controlli analoghi erano stati condotti dal Nas a Pescara e nell'Aquilano. A Pescara erano state sequestrate mozzarelle di bufala, conservate a temperature inidonee, e salumi invasi da parassiti. Nell'Aquilano invece era stata sequestrata una tonnellata di panna casearia non tracciata.