Il prossimo anno, a partire da aprile e per tutta la stagione estiva, la capitale della Danimarca e la principale meta turistica della Polonia meridionale saranno direttamente raggiungibili con la compagnia low cost irlandese, prima compagnia aerea in Italia, mantenendo così fede al piano di espansione annunciato dopo il ritiro della sovratassa di 2,50 euro sui biglietti e il mantenimento della base di Pescara. Sono Copenaghen e Cracovia le destinazioni di Ryanair che vanno ad aggiungersi alle attuali sette rotte dall’aeroporto d’Abruzzo. E i voli che rischiavano di essere tagliati come quelli per Londra, Parigi, e Francoforte sono di nuovo prenotabili per l’inverno. La notizia arriva direttamente dal quotidiano d'Abruzzo, ilCentro.

Cracovia rientrava nell’elenco delle sette destinazioni indicate da Ryanair subito dopo l’accordo con governo e Regione. Copenaghen è stata ricavata grazie agli incroci tra slot, orari e calendario. Restano quindi in piedi le altre sei rotte (Dublino, East Midlands, Valencia, Marsiglia, Vilnius e Varsavia) per le quali Ryanair aspetta una risposta anche dalla Regione.


Collegamenti che rientrano nell’investimento da un miliardo di dollari (denaro precedentemente allocato su Spagna, Polonia e Grecia e ora spostato sull'Italia) con l'apertura di 44 nuove rotte (21 su Roma e Milano e 23 sugli aeroporti regionali) annunciato ieri in occasione della presentazione del Piano nazionale dei trasporti da parte del ministro Graziano Delrio. Articolo al seguente link: http://www.pescarawebtv.it/magazine/news/ryanair-annuncia-10-nuovi-aerei-e-44-ulteriori-collegamenti-3644.html

Intanto, anche se poco pubblicizzato in Regione, dall'aeroporto di Pescara a ottobre partirà il nuovo collegamento della Blue Air, il Pescara-Torino. Biglietti di andata e ritorno in vendita a 60 euro.