Pescara . La partita Ryanair non è ancora conclusa, una speranza di trattenere in Abruzzo la compagnia di voli Low Cost c'è , grazie all'istituzione di un fondo regionale e alla partecipazione economica delle imprese . Parliamo di 2,5 milioni di denaro pubblico, ossia la soglia consentita per legge , più un finanziamento da parte di privati come forma di investimento in un piano turistico e di marketing unico in favore della Regione Abruzzo .
E' Camillo D'Alessandro , Assessore Regionale Trasporti - Turismo - Territorio - Expo2015 a fare il punto della situazione : " Questa operazione potrebbe essere incentivata attraverso delle forme assolutamente legittime, per esempio la leva fiscale  ossia l'abbattimento di tasse nei confronti di chi vorrà investire sull' Abruzzo . Il problema quindi, non sono i soldi, ma i tempi" - continua D'Alessandro - " Poiché abbiamo soltanto 30 giorni per chiudere la partita Ryanair "