Il Teramo deve rinunciare alla Serie B e, nella prossima stagione, sarà costretto a giocare ancora in Lega Pro, partendo però da -6.

Lo ha stabilito la Corte federale d'appello, che ha ridotto la sanzione del Tribunale federale nazionale, che aveva condannato alla retrocessione in D gli abruzzesi, per avere 'combinato' la sfida contro il Savona.

Al presidente del Teramo, Luciano Campitelli, inibizione da quattro a tre anni; è stata, altresì, mantenuta l'ammenda di 100 mila euro.