I carabinieri di Tagliacozzo hanno arrestato la scorsa notte per tentato omicidio Antonio Scipioni, un 54 enne di Tagliacozzo.

E’ accusato di aver accoltellato, il nipote N.S. di 28 anni: la lama del coltello gli ha tagliato il fianco entrando nel fegato. Il fatto di sangue è avvenuto verso le due di questa notte nella frazione di Poggio Filippo, dove vive l'uomo e dove anche a giugno scorso Antonio Scipioni si era reso protagonista di un episodio di violenza, quando accoltellò un minorenne e per questo finì agli arresti domiciliari.


Anche la notte scorsa l’accoltellamento è stato l’epilogo di una violenta lite, ma questa volta la vittima è il nipote, il quale, secondo Scipioni, avrebbe una relazione con la giovane figlia. Una relazione non condivisa dal 54enne dal coltello facile, che ieri sera è tornato a colpire. Ad avvisare i carabinieri i familiari del 28enne. Scipioni è ora rinchiuso nel carcere di San Nicola in attesa dell’udienza di convalida. N.S. è ricoverato in Chirurgia ad Avezzano ed è stato già sottoposto a un primo intervento chirurgico. La prognosi è riservata.