Pescara . L' Istat lancia l'allarme lavoro in Abruzzo : in controtendenza con il dato nazionale che ha visto un aumento dei lavoratori dello 0,8 % , nell'ultimo trimestre del 2015 i dati della nostra regione hanno documentato un trend negativo del - 3,3 % .
In parole povere sono ben 17 mila gli occupati in meno rispetto all'ultimo trimestre del 2014 .
Un calo preoccupante , soprattutto in controtendenza con i timidi segnali di ripresa del mondo del lavoro che avevano fatto registrare il segno + rispetto allo scorso anno .
Secondo l' Istat in Abruzzo sono 479 mila gli occupati della regione , 2000 in più sul totale dello scorso 2014 che fanno dell' Abruzzo la regione peggiore d' Italia per quanto riguarda l'occupazione .