Pescara . Una vasta operazione dei Nas ha portato alla scoperta , temuta , di diversi allevamenti di bovini fuori legge a causa di pessime condizioni igieniche e mancata tracciabilità dei capi , maltrattamenti agli animali e sofisticazioni .
Veri e propri allevamenti lager dove gli animali venivano regolarmente maltrattati e costretti a vivere tra gli escrementi, in spazi ridotti. Inoltre gli uomini dell'arma hanno trovato locali di deposito del latte crudo con muffe, infiltrazioni, umidità e ragnatele; aree per lo stoccaggio dei mangimi prive dei requisiti igienici.
Il blitz con il supporto dei Servizi veterinari delle Asl, hanno portato a due persone denunciate per concorso in maltrattamento di animali, sei segnalate per violazione in tema di igiene in allevamenti, sale di mungitura e depositi; 110 bovini sottoposti a vincolo sanitario per carenze in materia di identificazione e marchi auricolari, 24 bovini sottoposti a sequestro penale per maltrattamenti, 220 quintali di mangime sottoposti a vincolo sanitari. Per cinque aziende agricole divieto di uso dei locali privi di requisiti igienici.
Criticità principali nell'Aquilano e nel Teramano.